Royalty Auditing 2017-07-08T20:51:29+00:00

ROYALTY AUDITING

Le strategie di sviluppo della Proprietà Industriale (Intellectual Property) si concretizzano spesso in rapporti contrattuali di licenza (License Agreement) mediante i quali il titolare di un asset immateriale, ovvero marchi, brevetti, diritti delle opere dell’ingegno o know-how, concede ad una terza parte, il licenziatario, il diritto di sfruttarlo nei limiti previsti dal contratto, in cambio di un corrispettivo economico: questa somma di denaro è detta royalty.

È chiaro che i ricavi da royalty derivanti dalla concessione in licenza di proprietà industriali rappresentano una significativa fonte di reddito.

Tuttavia, il contratto di licenza può originare frodi e illeciti di varia natura derivanti da inadempimenti intenzionali di clausole contrattuali da parte del licenziatario.

Tali inadempimenti sono spesso riconducibili alla volontà del licenziatario di non riconoscere, per intero, quanto dovuto al titolare della proprietà intellettuale.

Ne consegue che la diffusione di contratti licensing ha originato il sempre maggior ricorso a interventi di royalty auditing al fine di verificare il rispetto delle condizioni contrattuali.

Gli esperti legali e contabili di Top Secret Investigations, eseguono attività di royalty auditing  mediante operazioni di investigazione contabile e ispezioni di carattere economico, finanziario ed amministrativo.

Tali accertamenti mirano a verificare che il licenziatario abbia conteggiato e versato al licenziante le royalty dovute sul fatturato realizzato e che abbia adempiuto ad tutte le altre obbligazioni a contenuto economico e qualitativo, in stretta ottemperanza con quanto stabilito nel license agreement sottoscritto tra le parti, quali ad esempio la garanzia del rispetto di determinati standard qualitativi nelle produzioni ottenute in licenza.